Infanzia

Ad essere grandi si inizia da piccoli

Nella scuola dell’infanzia il rapporto con l’adulto (l’insegnante) riveste particolare importanza. Il nostro intento è quello di affermare il valore oggettivamente positivo del bambino affinché nasca in lui l’interesse verso la realtà che lo circonda. Il bambino è aiutato a dare un nome alle cose e a individuare i nessi che collegano gli avvenimenti, le persone , i fatti. Tentiamo di promuovere contemporaneamente l’autorealizzazione personale e l’attenzione all’altro cercando di accompagnare il bambino nel delicato passaggio dalla famiglia al gruppo dei pari, dove si impara a conoscere gli altri e a riconoscersi negli altri. L’apprendimento a cui pensiamo va inteso come collaborativo, vuole essere un “addestramento” ad avere fede nelle proprie e nelle altrui capacità.

Il gioco ci permette di conoscere il bambino sia dal punto di vista fisico che psichico. Uno sguardo sempre attento (osservazione del gioco) da parte nostra può far cogliere il suggerimento per sviluppare nuove conoscenze e intervenire lì dove ci si accorge che c’è un bambino che si annoia e probabilmente ha bisogno di essere sollecitato, oppure un altro che può essere spaventato da determinate richieste. Inoltre, le diverse attività da noi programmate (racconto di una storia, attività psicomotoria, attività grafico-pittoriche e di manipolazione, etc.) hanno il valore di offrire al bambino l’occasione di scoprire nuovi aspetti della realtà che da soli non potrebbero conoscere in modo adeguato Utilizziamo strumenti che coinvolgono il vissuto corporeo, giocando con la drammatizzazione e il teatro. Di tutte queste esperienze si potranno raccogliere tracce durante l’anno come disegni, fotografie, produzioni dei bambini che verranno riordinate in cartelline messe poi a disposizione dei genitori e dei bambini affinché entrambi possano verificare la crescita avvenuta. Il nostro obiettivo è quello di far crescere e far maturare nei bambini una grande fiducia negli adulti, una grande disponibilità ad ascoltare e seguire con il desiderio di affrontare il passo della scuola primaria.

La sezione primavera

Si propone di facilitare il passaggio dall’asilo nido alla scuola dell’infanzia in un’ottica di continuità come concetto ordinatore di base, al quale identificare obiettivi formativi e competenze da sviluppare longitudinalmente. Strumento dell’azione educativa della Primavera è la progettazione educativa, per rispondere alle esigenze formative del bambino attraverso processi razionali di intervento. Parte dall’analisi della situazione, definisce gli obiettivi, seleziona i contenuti, sceglie e organizza i materiali e gli strumenti, struttura le sequenze di apprendimento, per poi giungere alla realizzazione e alla valutazione, tenendo conto delle variabilità dei ritmi di sviluppo.

La sezione infanzia

E’ proposta come un ambiente educativo intenzionalmente e professionalmente strutturato, caratterizzato da una precisa autonomia pedagogica, metodologica e didattica. Gli Orientamenti e le Indicazioni nazionali costituiscono una “carta di identità” che detta le linee essenziali di intervento, in relazione a diversi ambiti: culturale, sociale, metodologico, ambientale. La funzione educativa della scuola dell’infanzia concerne l’integrale personalità del bambino ed è condizione per la sua partecipazione alla vita della società. L’insegnamento deve basarsi su principi psicologici precisi, che si articolano nel passaggio da una fase sincretica e globale iniziale, ad una fase analitica ed, infine, ad una fase sintetica finale, nel pieno rispetto del ritmo naturale di sviluppo del bambino.

Presentazione P.T.O.F. | Scuola Infanzia A.S. 2019/2022
scarica allegato

Per iscrizioni chiamare al numero 095.33.75.46 oppure recarsi in reception.